Alle basse frequenze (10-200 Hz), la sensibilità di VIRGO sarà limitata inizialmente dal cosiddetto 'rumore termico', cioè dal fatto che ogni modo di vibrazione dello specchio e della sua sospensione vengono continuamente eccitati casualmente, con una energia proporzionale alla temperatura assoluta T. Se questi modi hanno uno smorzamento molto basso la loro energia è concentrata intorno alle frequenze di risonanza, e non introducono rumore alle altre frequenze. Ma se uno di questi modi viene smorzato l'energia si distribuisce su tutto lo spettro di frequenze introducendo rumore nella misura. E' così estremamente importante ridurre al minimo tutte le sorgenti di smorzamento meccanico selezionando accuratamente i materiali e il modo di congiungere i vari elementi tra loro per evitare attrito. Ulteriori miglioramenti richiederanno di raffreddare l'interferometro fino a bassissime temperature, vicino a 20°Kelvin (-253 gradi centigradi) per abbassare quanto più possibile l'energia termica.

Con l'elevatissima potenza ottica accumulata nelle varie cavità risonanti qualsiasi difetto o contaminazione delle superfici ottiche può generare effetti indesiderati come diffusione o assorbimento della luce e deformazione o danni irreversibili degli elementi ottici.

Durante tutti i passi della produzione degli elementi ottici e soprattutto durante la loro posa in opera deve essere adottata una grande cura per prevenire contaminazioni. Ogni componente meccanico, che dovrà stare nell'ultra alto vuoto, viene pulito in una speciale macchina automatica e mantenuto in condizioni di estrema pulizia durante tutta la fase di assemblaggio e integrazione. I componenti ottici vengono trattati con cura ancora maggiore.
Verso la perfezione
7